se tu fossi qui

Se tu fossi ancora qui verrei a cercarti, per farti una carezza e trovare nei tuoi occhi tutto l’amore che mi è stato tolto.
Se tu fossi qui forse le cose sarebbero andate diversamente, forse non avrei così paura, forse saprei a chi raccontare tutto ciò che mi succede e tutto ciò che provo.
Mi piacerebbe riaverti per un attimo. Non mi basterebbe, ma sarebbe meglio di come è ora. Vorrei sapere cosa pensi di me, della mia vita, di quello che sono diventata. Vorrei una parola che mi guidasse, vorrei che mi dicessi esattamente cosa fare, e sarei sicura che ogni cosa sarebbe detta solo per amore.
Mi manchi. E non è vero che il tempo lenisce le ferite: più passa, più questo squarcio sanguina e brucia.
Vorrei che fossi qui, per prenderti cura di me.

La Zona Morta

 

Image Hosted by ImageShack.usJohn Smith è un uomo speciale.
Il destino ha lasciato il suo marchio su di lui.
In seguito ad un terribile incidente stradale Johnny si risveglia da un lungo coma privo di quella parte della sua mente, la “zona morta” appunto, che gli permetteva di visualizzare e ricordare indirizzi; ma in compenso si vede dotato di un potere straordinario: toccando le persone riesce ad intravedere una parte della loro vita.
Al suo risveglio John si trova a fare i conti con il passato che ha perduto, con il tempo che gli è stato sottratto: Sarah, la ragazza di cui era innamorato, è moglie e madre; il padre, Herb, convive col senso di colpa di aver desiderato per il figlio la morte, anzichè un’esistenza da vegetale; la madre, Vera, è in preda ad un acuto fanatismo religioso, acuito dal risveglio di Johnny.
La riabilitazione procede tra alti e bassi, finchè i giornalisti scoprono il suo dono e Smith, osannato da alcuni o tacciato come imbroglione da altri, cerca di scomparire nell’anonimato.
Il suo dono, però, non gli dà tregua e lui dovrà imparare a conviverci, accettarlo e persino assecondarlo, quando, stringendo la mano ad un uomo politico di provincia scoprirà l’imminenza dell’Armageddon.
Dal libro di Stephen King nel 1983 David Cronenberg ha tratto un film omonimo, fedelissimo alla trama del romanzo.
Dal 2003 va in onda su RAI2 una serie (alla sua quinta stagione e ancora non conclusa) intitolata “The dead zone”, ispirata al protagonista e alla vicenda portante del libro.
Foto: Batega http://www.flickr.com/photos/batega