dell’amore, della morte

Tu, l’uomo più energico che io abbia mai conosciuto, eri spezzato.
Per la prima volta ti vedevo fragile e cercavo, io, di prendermi cura di te.
Mi hai guardato intensamente, dolcemente e mi hai sussurrato: “Se hai bisogno, vieni da me”.
Non sento più la tua voce, e non ho ancora trovato qualcuno che si prenda cura di me come hai fatto tu.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...